L'illuminazione - I presepi di Ernesto e Simone Fenili

Vai ai contenuti

Menu principale:

La tecnica

Ciascun presepio richiede la propria luce secondo la scena rappresentata, l'ora da simulare e l'ambiente da riprodurre.

Nella progettazione e realizzazione di un impianto elettrico occorre avere almeno qualche conoscenza generale di elettricità (utilizzo di varie tensioni, collegamenti in serie o in parallelo, potenza delle lampade, sezioni dei fili, utilizzo di trasformatori,  ecc.).

Fare attenzione alla collocazione delle fonti luminose (no vicino acqua, parti infiammabili, ecc.); si può rischiare l'incolumità propria e di altre persone!

Si possono utilizzare svariati tipi di apparecchi per l'illuminazione quali:

  • Lampade normali ad incandescenza

  • Lampade con riflettori incorporati (faretti)

  • Lampade alogene

  • Lampade micro (a bassa tensione ad incandescenza o a pisello)

  • Lampade fluorescenti

  • Proiettori

Illuminazione generale della scena
Anche se una sola lampadina è sufficiente ad illuminare la scena si consiglia l'impiego di più lampade di potenza ridotta per ottenere una illuminazione più uniforme.
Le lampade devono essere disposte il più in alto possibile per non essere viste.
Sarà bene evitare ombre sul cielo, mettendo in prossimità dello sfondo una certa quantità di lampade di piccola potenza mascherandole perché non illuminino il primo piano.
Tali lampade saranno colorate e con la possibilità di essere regolate con appositi dispositivi se si vuole simulare un certo periodo della giornata.

Illuminazione della grotta
Terminata l'illuminazione generale si prosegue evidenziando la natività.
Utilizza opportuni proiettori e cerca di non illuminare il gruppo troppo fortemente, si corre il rischio di sminuire la bellezza della scena.
Ha inoltre molta importanza la posizione dalla sorgente luminosa. La luce che entra dal paesaggio venga tutta dalla stessa direzione e non disturbi l'interno della grotta o capanna.

Illuminazione di interni
Si fa con lampade opportunamente nascoste utilizzando luce dosata ed evitando stridenti accostamenti di colore.



Senza prove ed esperimenti non si possono raggiungere risultati soddisfacenti.

Torna ai contenuti | Torna al menu