La prospettiva - I presepi di Ernesto e Simone Fenili

Vai ai contenuti
La tecnica

Costruendo un presepio scenografico non si può fare a meno di parlare della prospettiva.
Se si guarda un paesaggio, si nota che gli oggetti vicini risultano più grandi di altri di uguale misura ma posti in lontananza. Guardando i binari di una linea ferroviaria in lontananza sembra che i binari si congiungano, mentre sappiamo che in realtà questi sono sempre paralleli.
È opportuno che questa suggestiva sensazione si avverta anche quando si osserva un presepio e per ottenere tutto questo è sufficiente seguire alcune regole.

Linea dell'orizzonte
L'altezza dell'orizzonte del presepio deve coincidere con l'altezza degli occhi dell'osservatore. Normalmente viene posizionata a ca. 160cm dal pavimento.
L'altezza dell'impalcatura che dovrai costruire si determina sottraendo dall'altezza della visuale dell'osservatore quella delle statue in primo piano.
Ad esempio se hai statue alte 25cm,
l'altezza del piano del presepio sarà di ca. 135cm (160-25=135).



Questo accorgimento permette di guardare le statue del primo piano negli occhi, suscitando nell'osservatore l'impressione di entrare nel presepio.

Punto di fuga
È il punto in cui convergono tutti gli elementi che costituiscono il presepio.
Deve essere posto oltre il fondale del presepio. Indicativamente ad una distanza dal punto di osservazione pari al doppio della profondità del presepio ed ad una altezza uguale al punto in cui si trovano gli occhi di una persona.
Fissando in questo punto uno spago e tendendolo fino alle costruzioni si otterranno tutte le inclinazioni esatte dei tetti, delle architravi, delle porte, delle finestre. Naturalmente andranno inclinate solo le linee orizzontali, mentre quelle verticali resteranno perpendicolari.



Creando piccole siepi, ciottolati, una strada aiutano a convergere nel punto di fuga. La strada deve inoltre essere nascosta da svolte, da massi per poi riprendere lontanissima. Non bisogna mostrarla tutta fino all'ultimo piano.

Per accentuare l'effetto prospettico della profondità bisogna circoscrivere il presepio coprendo i lati e costruendo un boccascena costringendo l'osservatore a guardarlo da un solo punto di vista.

Anche la colorazione, che spiegheremo più avanti, è fondamentale per creare l'effetto della profondità. Infatti in primo piano avremo dei colori più vivi che si attenueranno man mano che andiamo verso il fondale.

Attenzione nella collocazione dei personaggi e dei particolari!
Un personaggio alto al punto da non entrare in una porta è fuori posto.

Torna ai contenuti | Torna al menu